Q1 2020, Apple domina il mercato degli smartphone premium

Gli ultimi dati di Counterpoint confermano che Apple domina il mercato degli smartphone premium, malgrado un calo generale rispetto al 2019.

iPhone 11

Le vendite degli smartphone premium nei primi tre mesi del 2020 hanno subito un rallentamento a causa della pandemia di COVID-19 che ha colpito prima la Cina e poi il resto del mondo. Tuttavia, il segmento premium ha contribuito al 22% delle vendite totali e al 57% delle entrate del mercato smartphone, in linea con i risultati del 2019. L’unico mercato in cui Apple si posiziona al secondo posto è quello cinese, dove a guidare la classifica c’è Huawei.

Apple continua a guidare questo segmento con una quota di mercato del 57%, seguita da Samsung e Huawei. Da soli, i primi tre produttori hanno rappresentato l’88% delle vendite totali nel primo trimestre. Tutti i produttori fanno registrare un segno negativo ad eccezione di OPPO, che cresce del 67% anno su anno grazie alla serie Reno 3, e di Xiaomi (+10%). Da notare che, per la prima volta dal terzo trimestre del 2018, Xiaomi rientra nei primi cinque brand anche nel mercato degli smartphone premium, grazie soprattutto alle ottime vendite di Mi 10 5G e Mi Note 10.

Per quanto riguarda i singoli smartphone, quattro delle prime cinque posizioni sono occupate da iPhone:

vendite dsmartphone 2020

Il Mate 30 Pro è il primo smartphone 5G in assoluto ad entrare nella classifica dei dispositivi premium più venduti in un trimestre, segno che nei prossimi mesi questi modelli avranno un riscontro sempre maggiore.

Analizzando le fasce di prezzo nel segmento premium, gli smartphone da 600 a 799 dollari sono cresciuti del 47% anno su anno, conquistando il 42% del mercato. A guidare questa fascia ci pensa l’iPhone 11, con i 3/4 delle vendite totali. Da segnalare che ad oggi questa fascia di prezzo rimane la più importante per Apple, come già avvenuto in passato con iPhone XR.

Counterpoint ritiene che il segmento premium sarà quello che resisterà meglio all’impatto di COVID-19.

 

Fonte: iphoneitalia.com